Numero 14

Risposta cardioventilatoria all’attività fisica: differenze di genere al termine dell’età adolescenziale

Condividi

Nel presente articolo verranno trattate le differenze anatomiche, antropometriche e fisiologiche, che caratterizzano la differente risposta cardiocircolatoria e ventilatoria all’esercizio fisico, in ragazzi e  ragazze al termine dello sviluppo evolutivo.

Nello specifico, saranno approfondite le differenze di genere per quel che concerne l’apparato cardiocircolatorio e respiratorio, con particolare attenzione all’analisi di alcuni elementi quali: dimensioni di cuore e polmoni, volumi ventilatori e di eiezione cardiaca, valori di frequenza cardiaca e ventilatoria a riposo e in corso di sforzo, composizione ematica e consumo d’ossigeno massimo e basale.

Verrà inoltre offerta una panoramica generale sulla differente antropometria e composizione corporea caratteristica del genere, con particolare riferimento ai parametri di massa magra e massa grassa; nella parte conclusiva infine, verranno riassunti e sintetizzati i concetti chiave trattati, spiegando il ruolo esercitato dalla genetica nel determinare le differenze prestative assolute esistenti fra i due generi.

Parole chiave: fisiologia dell’esercizio; differenze di genere; ragazzi e ragazze; evolutiva; sport;

Gittata e dimensioni cardiache

Durante un esercizio fisico di elevata intensità, è fondamentale riuscire a incrementare massimalmente la gittata cardiaca, per riuscire a garantire un flusso ematico che soddisfi le esigenze prestative e termoregolative dell’organismo, riuscendo a far arrivare alla periferia muscolare un quantitativo d’ossigeno sufficiente, a rispondere alle richieste metaboliche imposte dallo sforzo.

I minori diametri atriali e ventricolari, determinano nelle ragazze una gittata cardiaca massima quantitativamente inferiore rispetto ai ragazzi: a parità di livello atletico, il volume ematico potenzialmente eiettabile dal cuore, condiziona largamente le intensità di sforzo assolute potenzialmente raggiungibili, in quanto garantire un maggiore o minore flusso, significa in prima analisi riuscire o meno a rifornire i muscoli attivi di un quantitativo d’ossigeno sufficiente al prosecuzione dello sforzo fisico, garantendo al contempo un’efficace termoregolazione dell’organismo, con adeguato allontanamento del calore interno generato dalla contrazione muscolare.

Questo primo aspetto ci permette di sottolineare due aspetti fondamentali: il primo è il ruolo esercitato dalla genetica nell’influenzare attraverso la specifica anatomia cardiaca, la massima capacità prestativa nei due generi, in relazione al livello di sforzo potenzialmente sostenibile; il secondo aspetto quanto mai importante, è che risulta inappropriato attuare un confronto prestativo fra uomini e donne, basandosi esclusivamente su dati quantitativi relativi alla performance assoluta, ma occorrerebbe effettuare un paragone in termini più qualitativi, attraverso il monitoraggio del carico interno.

Come si capirà bene lungo tutto il corso di quest’articolo, impostare un protocollo di allenamento attraverso percentuali di carico indifferenziate per ragazzi e ragazze, risulta alquanto sconveniente sia in termini di potenziale esprimibile, sia per quel che concerne il rischio d’infortuni durante la pratica sportiva.

Abstract of the article in English

In this article we will discuss the anatomical, anthropometric and physiological gender differences, that characterize the different cardiocirculatory and ventilatory response to physical exercise, in boys and girls at the end of adolescence age.
More in depth, will be explored gender differences of some cardiocirculatory’s and respiratory’s elements, like heart and lung size, ventilatory and cardiac ejection volumes, heart rate and ventilatory values at rest and during exertion, blood composition and maximum and basal oxygen consumption.
Furthermore, we will analyze the gender differences regarding anthropometry and body composition, with particular reference to the parameters of lean mass and fat mass; at the end of this article, we will analyze the role of genetics in determining the differences in absolute sports performance between males and females.
Keywords: physiology of exercise; gender or sex differences; boys and girls; sport; physical activity

Scarica l’articolo in formato PDF

Profilo autore

Laurea in scienze delle attività motorie e sportive Luglio 2015
Laureato magistrale in scienze e tecniche dell’attività motoria preventiva e adattata 110/110 (ottobre 2017)
Concorrente per il dottorato in scienza e cultura del benessere e degli stili di vita 2017-2018


Condividi