Numero 12

Fitness in gravidanza

Condividi

Durante la gravidanza il corpo della donna subisce delle modifiche in continua evoluzione per tutti i nove mesi della gestazione.

È quindi evidente che anche l’approccio di azioni esterne come l’allenamento, l’alimentazione, ma anche la vita quotidiana, dovrà modificarsi di conseguenza. Questo non vuol dire eliminarli, salvo particolari condizioni di rischio predeterminate dal medico, ma semplicemente adattarli affinché risultino benefici e non dannosi.

Per far sì che ciò accada è essenziale conoscere quello che realmente succede all’organismo durante questa particolare e affascinante fase di vita.

Che l’attività fisica apporti dei benefici alla donna in gravidanza è ben noto già dagli anni ‘30, periodo nel quale iniziò ad essere consigliata: nel nord Europa cominciarono a diffondersi i primi corsi di ginnastica pre -parto e da allora il fatto che il movimento in gravidanza potesse essere effettivamente positivo si è  radicato sempre di più nell’ambito ostertico – ginecologico.

Il corpo della donna è anatomicamente e fisiologicamente strutturato per riprodursi e tutte le modifiche a cui esso va incontro sono automatiche e naturali. La gravidanza, dal concepimento al parto, ha una durata  di circa 40 settimane, divise in 3 trimestri, ognuno dei quali con delle particolari caratteristiche evolutive a carico  soprattutto del sistema cardiovascolare, respiratorio, endocrino e muscolo-scheletrico.

Per ottenere degli effettivi benefici, in gravidanza si dovrebbe parlare di attività fisica più che di attività sportiva e/o di allenamento, in quanto l’allenamento vero e proprio prevede il conseguimento di una soglia di fatica tale da apportare un livello di stress nell’organismo affinché questo raggiunga margini più elevati (supercompensazione), mentre in gravidanza un’eccessiva fatica prestativa è controindicata, in quanto l’esercizio fisico in questa fase è volto ad ottenere uno stato di benessere psico-fisico.

Se una donna era abituata a fare sport e ad allenarsi anche ad alta intensità prima della gravidanza, il suo corpo sarà sicuramente più preparato nel continuare a ricevere questo tipo di stimoli, seppur in maniera ridotta e con le dovute precauzioni; di contro, per le persone sedentarie, la somministrazione dell’attività deve essere graduale, di facile esecuzione e a bassa intensità, poiché non è di certo questo il momento per cambiare la morfologia del proprio corpo, ma tuttavia si possono ugualmente raggiungere benefici sul funzionamento generale di organi e apparati.

Effetti benefici dell’attività fisica in gravidanza

L’esercizio fisico in gravidanza è indicato perché aumenta l’efficacia degli apparati cardiocircolatorio e respiratorio, migliora l’adattamento materno alla gravidanza e al parto aumentando la riserva cardiopolmonare e  favorisce una maggior ossigenazione che sembra incrementare la fissazione di calcio nelle ossa del feto. Con l’esercizio fisico sembra che migliorino anche la digestione, accelerando lo svuotamento gastrico di solito rallentato in gravidanza, ed il sonno, per la diminuzione della componente neurovegetativa. Il miglioramento della circolazione previene gli edemi ed il senso di pesantezza agli arti inferiori, evitando l’insorgenza di varici ed emorroidi dovuta all’effetto della compressione dell’utero sulla vena cava. Inoltre, associata ad un ‘alimentazione adeguata, l’attività fisica aiuta al mantenimento del peso corporeo nella giusta misura, diminuendo il rischio di diabete gestazionale in quanto con il movimento  diminuisce la concentrazione ematica di glucosio a livello plasmatico. Netto miglioramento anche per gli episodi di lombalgia, in quanto vengono rinforzati i muscoli della zona dorsale, lombare  e  perineale, maggiormente coinvolti nel parto, e un effetto notevolmente positivo si riscontra anche sullo stato d’animo della gestante.

Abstract of the article in English

Physical activity during pregnancy helps the gestation improving the function of the organs of the pregnant woman and it helps to mantain her body weight. To make it work  it is necessary to be aware of the changes that the future mother goes thrue and the limits and contraindications. With the necessary changes and the due care, physical activity during pregnancy can considerably improve the physical and psychological condition of the woman and therefore have a positive impact on the development of the fetus.

Scarica l’articolo in formato PDF

Profilo autore

La dottoressa Greta Tausani ha conseguito la Laurea magistrale in Scienze Motorie con indirizzo Preventivo e Adattato, presso l'Università degli studi de L'Aquila con una tesi dal titolo "Le implicazioni psicologiche nel recupero dell'infortunio sportivo" nel 2006. Da allora ha operato come Istruttore e come Personal Trainer nei più prestigiosi centri fitness italiani.


Condividi