Numero 8

Foam Roller

Condividi

Nell’ultimo decennio l’auto massaggio miofasciale è diventata una pratica sempre più comune per sostituire i metodi tradizionali di massaggio, così che un massaggiatore professionista non sia più necessario. Tuttavia, ci sono dati clinici limitati che dimostrano l’efficacia o meccanismo di questo trattamento e dell’utilizzo dell’attrezzo con cui vengono effettuati.

Durante un allenamento, ma anche con le normali attività quotidiane, sottoponiamo il nostro organismo a continui stress fisici e mentali. lo stress fisico induce modificazioni muscolari e lesioni da sforzo ripetitivo, causando squilibri muscolari e infiammazioni. Infiammazioni che possono portare a una causa di aumento della tensione muscolare promuovere la formazione di bande tese o punti trigger nel miofasciale, che può svilupparsi in sindrome del dolore mio fasciale (Kanghoon Kim, 2014).

Negli ultimi anni nelle palestre e nei centri sportivi è sempre più presente un nuovo e piccolo attrezzo che, sebbene possa sembrare l’ennesima moda di oggetti inutili per il fitness, è un valido aiuto nell’allenamento e nell’alleviare i dolori dovuti ad esso: il foam roller.

Il foam roller è un pezzo di schiuma espansa e indurita, i primi modelli erano abbastanza morbidi e con una superficie liscia e uniforme, invece i nuovi modelli (i GRID Foam Roller) sono più rigidi e con una superficie tridimensionale che prova a riprodurre l’effetto di un massaggio effettuato da un terapeuta. Su quest’ultima evoluzione dell’attrezzo però, e sulla tecnica del suo utilizzo, la Trigger Point Therapy, non vi è stato fatto ancora nessuno studio scientifico. Il Foam Roller è un valido strumento per far eseguire un auto massaggio, utile per diminuire tensioni, rigidità, squilibri muscolari, e di conseguenza dolori (i trigger point).

Abstract of the article in English

In the last few years the use of the foam roller has been increasingly developed. This innovative tool gives the possibility of a myofascial self-massage avoiding the intervention of a practitioner.

The aim of tis article is to understand the real potentiality of this instrument and how it envolved (from normal foam roller to the new grid one), analyzing some specific studies about this tool.

Scarica l’articolo in formato PDF

Profilo autore

Laureato in scienza delle attività motorie e sportive presso l’università di Foggia


Condividi