Numero 17

Indagine epidemiologica sulle alterazioni dell’appoggio podalico nella scuola primaria

Indagine epidemiologica sulle alterazioni dell'appoggio podalico nella scuola primaria
Indagine epidemiologica sulle alterazioni dell'appoggio podalico nella scuola primaria
Condividi

Le problematiche di appoggio podalico durante l’infanzia sono spesso causa di confusione e allarmismo tanto nei genitori quanto negli operatori deputati al trattamento, tanto è vero che manca ancora uniformità di giudizio su come e quando sia lecito intervenire per rieducare l’appoggio.

Sappiamo che il piede di un bambino è fisiologicamente piatto alla nascita e tale rimane fino a quando attraverso le stimolazioni ambientali date dal movimento e dal gioco si andranno a rinforzare la muscolatura e i legamenti podalici, si stabilizzeranno le articolazioni fino a far scomparire il piattismo. Si è sempre considerato, a tal proposito, il range di età compreso fra i 5 ed i 6 anni come limite oltre il quale un’alterazione dell’appoggio può essere considerata non più fisiologica. Tuttavia il piattismo non inquadra la totalità delle alterazioni dell’appoggio che spesso si possono osservare durante l’infanzia.

L’articolo completo è disponibile in formato PDF. Per scaricarlo clicca qui

Abstract of the article in English

In this epidemiological survey carried out during the 2016/2017 school year and involving 1016 primary school children, it is highlighted that the alterations of the soles of the feet affect more than half of the sample examined. In particular, the flat foot is observed in about 1/3 of the cases.

Profilo autore

Dottore con lode in Podologia e Scienze Motorie, specializzato al Master in Posturologia dell’Università La Sapienza con il massimo dei voti.
È autore di 5 libri: Postura e attività motoria, A scuola di salute, Rivoluzione Posturale, Ginnastica posturale con attrezzi, PodoPosturale® - Valutazione e trattamento.
Dal 2018 è docente a contratto per l'Università degli studi di Catania al Master in Posturologia clinica e Scienze dell'esercizio fisico per l'insegnamento in "Podologia e stabilometria clinica in analisi posturale".

  • Ha all'attivo una vasta esperienza come formatore e docente, vantando collaborazioni con NonSoloFitness per cui ha svolto più di 150 corsi di formazione e formato più di 1500 studenti, il CONI Lazio e il CONI Campania
  • Ha svolto il ruolo di relatore al Congresso Internazionale "Denti, Postura e Alimentazione" a Cetraro (Ottobre 2016) presentando il tema "Il recettore podalico e le sue relazioni posturali"
  • Il 26/27 Ottobre 2018 il Dott. Marino è relatore al Congresso a Catania "Ruolo del sistema visuo-cranio-occlusale e podalico nel sistema tonico posturale". Tema della sua relazione "il recettore podalico: analisi, funzione ed utilizzo della soletta posturale"

A Novembre 2019 è docente per il corso ECM a Roma “La PodoPosturologia” rivolto ai professionisti sanitari.

A Marzo 2020 il suo articolo sulla rivista Salute33 "Il piede cieco: riflessione sull'utilizzo di plantari e scarpe correttive" ottiene il certificato di pubblicazione scientifica.

Il Dott. Marino svolge il ruolo di Podologo, Posturologo e Chinesiologo presso gli studi di Catania, Piazza Armerina, Siracusa, Milazzo, Vittoria e Barrafranca.


Condividi