Numero 11

Ossitocina: neurofisiologia e biopsicologia della performance negli sport di squadra

Condividi

Un corretto comportamento sociale, risulta molto utile al fine di migliorare la prestazione sportiva negli sport di squadra. Mallet al: dimostra che i calciatori con un comportamento sociale corretto e di conseguenza molto stimati dal resto del TEAM, siano i migliori nella realizzazione dei calci di rigore decisivi.
Questo dimostra quanto funzionale sia questo lavoro nell’esprimere e diffondere emozioni positive. Altre ricerche di tipo psicologico hanno studiato e relazionato le migliori prestazioni sportive, associate al comportamento in atto.
Ricerche neuroscientifiche hanno dimostrato che le interazioni sociali positive sono direttamente collegate al rilascio del neuro-peptide OSSITOCINA. La questione principale a cui facciamo riferimento, è se l’ossitocina possa giocare un ruolo fondamentale nelle prestazioni di alto livello. Noi crediamo che il rilascio di questo ormone sia collegato ai processi chiave rilevanti negli sport di squadra come, EMPATIA, DILIGENZA, ALTRIUSMO, COOPERAZIONE e MOTIVAZIONE, e che queste caratteristiche siano alla base delle prestazioni di alto livello.
L’esperienza e le espressioni sociali sono aspetti fondamentali della vita, esse sono significative nei contesti formati da persone, come appunto all’interno di un TEAM. Servono a comunicare motivazioni e informazioni funzionali, che differiscono tra le varie personalità, culture, contesti sociali ed altre variabili.
Ci sono molte definizioni di emozioni, ma quella dominante è l’idea che i componenti come le valutazioni delle esperienze, comportamenti espressivi e la fisiologia, interagiscano nel tempo per creare stati emotivi.

Queste componenti non agiscono solo nel singolo, ma sono meccanismi che intervengono anche attraverso le persone come gruppo.
Gli atleti esprimono liberamente le proprie emozioni e spesso le condividono, in positivo, la letteratura psicologica e le emozioni nello sport, hanno dedicato relativamente poca attenzione empirica rispetto alle emozioni negative. Tuttavia, la ricerca ha dimostrato che le emozioni positive hanno influenze profonde su una serie di processi, tra cui controllo dell’attenzione, la cognizione e funzioni interpersonali. Ulteriori risultati sono apprezzabili, in una recente revisione McCarthy elenca le sotto componenti della prestazione sportiva, comprese quelle sociali: motivazione, percezione, attenzione, memoria, processo decisionale e di giudizio alle emozioni positive. La motivazione e l’impegno sono attributi psicologici essenziali per la performance di successo nello sport, e sono fattori che sostengono un comportamento motivato in relazione all’impegno nello sport e al divertimento.

Non solo divertirsi serve come ruolo motivazionale nello sport, ma dovrebbe essere parte integrante delle prestazioni ottimali.

Abstract of the article in English

In conclusion, to get better understanding of the psychology on the performance in team sport fields of affective neuroscience and neurophysiology were gathered. Specifically, we hypothesized a link between the neuropeptide oxytocin and important psychological processes of team sports. An overview of reserch was presented showing supporting evidence indicating the role of oxytocin in biopsychology of sport performance of the team. Oxytocin effects cognitive empathy, emotional empathy, mind reading, on the positive and negative emotions and emotions recognition; the bahavior of the look and the mirror neuron system may cause a convergence of positive emotions and moods among the people, and than the athletes may respond to the emotional bahavior of their comrades but also of opponents. So there is considerable support for the hypothesis that oxytocin plays a critical role in improving the team-sport performance. In the future, the research will investigate this theory. It is expected that the understanding of the bio-socio-emotional behavioral processes will have a significant importance for the psychological science of the sport in the identification of talent, training, selection and development of the team.

Scarica l’articolo in formato PDF

Profilo autore

Laureato in Scienze Motorie e Sportive presso l'Università di Roma "Foro Italico", laureando in Scienze e tecniche delle attività motorie preventive e adattate, preparatore atletico presso Albalonga Calcio

Profilo autore

Laureato in Scienze Motorie e Sportive presso l'Università di Roma "Foro Italico", laureando in Scienze e Tecniche delle Attività Motorie Preventive Adattate, chinesiologo professionista certificato FAC

Profilo autore

Laureato in Scienze Motorie e Sportive e laureando in Scienze e Tecniche dello Sport presso l'Università di Roma Tor vergata, istruttore presso Albalonga Calcio


Condividi